Là dove vanno le formiche

/
1 min read

E se tutte le risposte fossero là dove vanno le formiche?

Said è un ragazzino che vive in un villaggio sperduto nel deserto.
Ha la fissazione di andar dietro una lunga colonna di formiche ma, per ordine della madre, non può seguirla perché questa prosegue oltre i confini del villaggio.
Un giorno, un vecchio burbero, forse un Djinn, lo porta fuori ad occuparsi del gregge di capre.
Il vecchio si rivela il nonno che, per partire per un pellegrinaggio, affida al nipote i suoi animali.
Tra questi c’è Zakia, una vecchia capra sognatrice e saggia che è capace di parlare e farà compagnia al piccolo Said.
Da qui in poi incontri fantastici, sortilegi, incantesimi e strani personaggi incroceranno i due per portarli fin dove vanno le formiche… e fino all’amore.

Edito da Acmecomics, questo breve racconto a fumetti scritto da Frank Le Gall, già autore della serie Théodore Poussin, è splendidamente impreziosito dai disegni di Michel Plessix.
Il disegnatore, prematuramente scomparso pochi anni fa, aveva già illustrato, col suo tratto meraviglioso, la serie di Julien Boisvert e l’adattamento de Il vento tra i salici e il successivo Il vento nelle sabbie e qui, al massimo della sua forma, illustra questo viaggio alla scoperta di se stessi e di alcuni temi esistenziali.

Il fumetto è una fiaba moderna dai ritmi lenti e dall’aurea poetica, come un Piccolo Principe del deserto arabo che viaggia inseguendo formiche, in un percorso di crescita tra metafore e allegorie.

E cosa rappresentano le formiche?
Chissà… forse sogni, speranze o ambizioni…

Là dove vanno le formiche
di Frank Le Gall e Michel Plessix, 2020 Acmecomics
Colori, 64 pagine, 18,90€
Link Amazon

Articolo precedente

Zagor: le storie preferite da Diego Fantoni

Prossimo Articolo

Sulle tracce di Banksy

Ultimi Articoli Blog