Come quando d’estate…

/
1 min read

Chiunque sia arrivato all’età adulta conosce questa sensazione.

E’ estate, si allungano le giornate e le serate, c’è qualche giorno di ferie che avanza e soprattutto si avvicinano le vacanze vere.

Tornate a casa di buonumore e vi accoglie il vostro lui o la vostra lei (o in casi non rari, la vostra mamma… anche se vivete da anni da soli) con un sorriso smagliante e vi informa: “Ho deciso che questa estate ritinteggiamo le pareti!”.

“Reazione” – Edward Munch, Olio su Tela

Ecco, qui a Magazine uBC non è successo nulla del genere, ma la similitudine era troppo bella per mandarla sprecata.
In realtà il cambio di layout che vedete è il primo risultato tangibile di una scommessa su cui andiamo “all-in” senza garanzie di successo e con l’approccio “ci preoccuperemo delle conseguenze quando ci saranno”.

E non è neanche un risultato definitivo, a dirla tutta. Più un aggiustamento provvisorio perché semplicemente non ci andava di aspettare di avere ogni singola cosa pronta e continuare a contenere le Rubriche, questo fiume in piena iniziato quasi come uno scherzo o uno strumento di sfogo, nell’angusto riquadro 4×4 in alto a destra e di ingabbiarle nella logica del “numero” mensile che dopo cinque anni stava come il colore sulle pareti: non sporco, non brutto. Ma da cambiare per il gusto della novità.

Del resto dicono i saggi che nulla è immutabile tranne le cose morte.

I layout passano, i fumetti restano.

Articolo precedente

Graphic Novel (Repubblica)

Prossimo Articolo

Tex – I prigionieri del deserto

Ultimi Articoli Blog

Saluti da Baru

Baru torna a raccontare l'immigrazione italiana in Francia, nel secondo volume di A Caro Prezzo…