“Issunboshi” di Ryan Lang

Da Kickstarter la favola di Pollicino in salsa Disney

/
1 min read
7/10

Ryan Lang, già visual development and concept artist per Disney e Marvel, presenta su Kickstarter il progetto per la sua prima graphic novel ed in poco tempo, con il contributo di oltre 2000 sostenitori, raccoglie la cifra di 95.591,00 $ dando il via alla produzione del fumetto.

Il progetto, e successivamente l’opera, è oggettivamente visivamente dirompente. L’artista infatti elabora l’aspetto grafico attingendo a piene mani dalla dinamicità e dalla spettacolarità delle ultime produzioni Disney Pixar confezionando un’opera avvincente e coinvolgente che si pone come perfetto trait d’union tra l’esperienza filmica disneyana e i comics Marvel.

Se il tratto di Ryan Lang colpisce e sbalordisce per forza espressiva, pur nella sua eccessiva “perfezione” e pulizia del disegno, la storia, seppur avvincente e con un buon ritmo, rimane lineare e troppo legata ai topoi cari alla Fabbrica dei Sogni Americana infilandosi in scia a quel filone di film d’animazione per pre adolescenti colmi di metafore e lieto fine.

D’altronde però, il plot di base, la fiaba Giapponese di Issun-bōshi (l’equivalente del Pollicino di Charles Perrault), è appunto una fiaba canonica, con i temi classici del mito. Peccato solo quindi che Ryan Lang, oltre ad aggiornare lo stile visivo, non abbia scelto di aggiornare anche quello narrativo, rimanendo fedele tanto al racconto fiabesco quanto agli stilemi disneyani.

VOTO
0

Pasquale

Cominciai a correre. Finché i muscoli non mi bruciarono e le vene non pomparono acido da batteria. Poi continuai a correre.

Articolo precedente

“Ghost world” di Daniel Clowes

Prossimo Articolo

I consigli di uBC Fumetti | 17 novembre 23

Ultimi Articoli Blog